Carmelitani Scalzi

sito ufficiale della Provincia di S. Carlo Borromeo

 

40169467 1791071157657351 1271994872978472960 o

 

Come ormai è tradizione, ogni tre anni si tiene in uno dei Paesi europei l’incontro degli Studenti OCD d’Europa. Quest’anno la sede prescelta è stata Fatima, in Portogallo, dove per quattro giorni si è riflettuto sulla spiritualità mariana del Carmelo. Per un totale di 92 religiosi, tra Provinciali, Maestri e Studenti, si sono radunati nel convento-casa di spiritualità “Domus Carmeli” dei Carmelitani Scalzi portoghesi, per conoscerci meglio e riflettere insieme sul presente e il futuro dell’Ordine nel continente europeo. Era presente anche Fr. Gerolamo, della nostra Provincia Lombarda, ormai quasi giunto al termine del suo percorso formativo.

3 Foto di gruppo

 

GLI STUDENTI RACCONTANO

Ebbene eccoci qua! Arrivati sani e salvi dopo le avventure di un lunghissimo viaggio (in bus) di andata e ritorno verso Fatima per l’attesissimo incontro degli studenti carmelitani d’Europa. E’ già passata una settimana dalla conclusione dell’incontro e devo dire che fa un po’ effetto scrivere quello che abbiamo vissuto. Lo dico con una certa nostalgia, perché per la prima volta abbiamo avuto la possibilità di poterci confrontare con gli altri fratelli del Carmelo europeo. La durata dell’incontro è stata dal 20 al 25 Agosto. Dopo i saluti iniziali, il Presidente CEP prima di introdurci agli incontri, ha voluto che facessimo delle attività d’integrazione fra noi studenti, in modo da poterci conoscere un po’ meglio. Ci siamo poi divisi in  5 gruppi linguistici: 2 in italiano, 1 in inglese, 1 in francese e 1 in spagnolo per poter formulare delle domande inerenti alla nostra formazione (es: il secondo noviziato) da presentare al  P. Generale per l’incontro dell’ultimo giorno.  La figura di Maria è stato il tema centrale degli incontri: - Maria nella Chiesa e il messaggio di Fatima di p. Carlos Cabecinhas (rettore del Santuario di Fatima) - Maria nella vita di Francesco, Giacinta e Lucia di suor Angela Coelho (vice postulatrice della causa di suor Lucia)  - Maria nel Carmelo e nei nostri Santi di p. Miguel Marquez OCD.

1 In aula

 

Agli incontri di formazione in auditorium si alternavano i momenti di visite guidate nei vari luoghi delle apparizioni ed inoltre abbiamo conosciuto le monache dei monasteri di Fatima e Coimbra. Durante gli incontri con le sorelle si arricchiva ancor di più il nostro bagaglio formativo perché approfondivano il messaggio di Fatima e la vita di suor Lucia; indimenticabili resteranno sicuramente le ricreazioni fatte con loro, animate allegramente tra presentazioni e canti multilingue. Non sono solo le monache a saperci fare perché l’ultimo giorno prima delle partenze, noi studenti ci siamo riuniti dopo cena per preparare una memorabile e divertente ricreazione. Nel programma infine era previsto al termine delle attività, come libera partecipazione, il rosario nella cappellina delle apparizioni e a seguire la processione delle candele nel piazzale di preghiera. A fine rosario subito dopo il canto della Salve Regina iniziava la processione. I fedeli si dividevano in due file e seguivano una croce illuminata. Al centro del corteo c’era la statua della Madonna Pellegrina portata da più fedeli. La processione partiva dalla cappella delle apparizioni e faceva il giro del piazzale del Santuario per poi ritornare nuovamente alla cappella. Durante la processione, al noto canto il 13 Maggio… i fedeli rispondevano sollevando al cielo le candele. Andare a Fatima per me è stata un’esperienza arricchente sia come fedele che come consacrato e consiglio a tutti voi, per chi ne ha la possibilità, di andarci almeno una volta nella vita perché il silenzio e la preghiera di quei luoghi non si possono descrivere a parole, ma devono essere vissuti.

40143567 1791071064324027 5477741490488737792 n

 

2

 

Oltre trenta monache Carmelitane Scalze, incaricate della formazione e Superiore delle rispettive comunità, si sono radunate dal 7 al 13 settembre scorso al Teresianum (Roma). Durante l’incontro, le partecipanti hanno seguito due corsi sulla formazione delle nuove generazioni carmelitane secondo criteri teresiani – affidato a P. Giuseppe Pozzobon – e sanjuanisti – affidato a P. Iain Matthew. Hanno anche avuto la possibilità di scambiarsi opinioni e criteri per la formazione delle candidate al Carmelo teresiano femminile. All’incontro, organizzato dalla Federazione “Mater Carmeli” d’Italia, hanno partecipato le sorelle dell’Associazione “Regina Pacis”, guidate dalla loro Presidente.

Le monache hanno inoltre potuto informarsi su alcuni servizi che il Teresianum offre alle comunità, come il corso di diploma in Teologia online, sulla biblioteca – che P. Ciro ha presentato alle religiose – e sul modo di accedere attraverso internet ai fondi in essa presenti.

1

 

 

IMG 20180701 WA0017

 

Con immensa gioia e gratitudine la Comunità dell’OCDS di Lodi condivide con la Provincia Lombarda l’esperienza di sabato 30 giugno al Carmelo San Giuseppe di Lodi in occasione della messa di ringraziamento dei 30 anni dall’emissione dei Voti di Cesarina Zucchelli (Maria Rosaria di Gesù Bambino), dell’ammissione di Liliana Bombelli, della promessa temporanea di Sophie Pietras, Maria Carolina Cristiano e Silvia Sincovich e della promessa definitiva di Vittoria Lozzi e Cesarina Marcazzan avvenute a Cassano Valcuvia lo scorso 10  giugno.

L’incontro si è aperto con una breve accoglienza a Cesarina, 83 anni, che tutti noi abbiamo potuto salutare e abbracciare dopo una lunga assenza. E’seguita la celebrazione eucaristica presieduta da don Bassiano Uggè(cappellano del monastero) a cui hanno partecipato anche dei secolari della Comunità di Concesa, alcuni parenti di Cesarina  e le nostre amate monache che hanno animato con i loro canti la liturgia. Una celebrazione raccolta e molto sentita in cui Cesarina, che don Bassiano ha definito “graziosa”, cioè piena della grazia di Dio, ha rinnovato i Voti tra la commozione dei presenti.

Erano anni che Cesarina mancava al Carmelo, (fisicamente, perché nel suo cuore non l’ha mai lasciato!) in quanto ricoverata presso la casa di riposo Madre Cabrini di Sant’ Angelo Lodigiano, condizione che vive con serenità e accettazione, nella preghiera, nell’unione intima con Gesù e con la Vergine Maria.

IMG 20180701 WA0018

 

Alla S.Messa è seguito un sobrio e gioioso momento di condivisione e di agape fraterna, in cui Cesarina ci ha emozionati con i suoi vivi ricordi, la sua fede luminosa e semplice e i suoi sorrisi. Una vita, la sua, spesa per gli altri e per la Chiesa, sempre abbandonata alla Volontà di Dio e alla Vergine Maria, il cui nome non manca di pronunciare con affetto in ogni discorso e occasione.

Cesarina vive lo spirito carmelitano in completezza, lo spogliamento di San Giovanni della Croce e la determinata determinazione di Santa Teresa, percorrendo la piccola via dell’umiltà di Santa Teresa di G.B. e  sempre in attesa di unirsi a Dio per l’eternità. E’ rimasta sorpresa e commossa per la festa, per i doni ricevuti, tra cui  una televisione, ma soprattutto per la nostra accoglienza, promettendo di pregare per tutti noi.

“Ma vi rendete conto di che tesoro è il Carmelo?, siate felici di essere qui!”, ci ha detto con la sua decisa naturalezza. Lei ha trovato la sua perla, e noi?

Grazie di cuore Cesarina, sei un meraviglioso esempio per tutti noi, ci hai ricordato che è nelle piccole cose la nostra gioia, nell’amore vicendevole la nostra forza, nella memoria del passato il nostro slancio verso il futuro, perché il Carmelo di domani lo stiamo costruendo noi oggi, insieme.

IMG 20180630 WA0040                                                                                 

                                                                                                        La Comunità di Lodi

 

IMG 20180701 WA0017

 

Con immensa gioia e gratitudine la Comunità dell’OCDS di Lodi condivide con la Provincia Lombarda l’esperienza di sabato 30 giugno al Carmelo San Giuseppe di Lodi in occasione della messa di ringraziamento dei 30 anni dall’emissione dei Voti di Cesarina Zucchelli (Maria Rosaria di Gesù Bambino), dell’ammissione di Liliana Bombelli, della promessa temporanea di Sophie Pietras, Maria Carolina Cristiano e Silvia Sincovich e della promessa definitiva di Vittoria Lozzi e Cesarina Marcazzan avvenute a Cassano Valcuvia lo scorso 10  giugno.

L’incontro si è aperto con una breve accoglienza a Cesarina, 83 anni, che tutti noi abbiamo potuto salutare e abbracciare dopo una lunga assenza. E’seguita la celebrazione eucaristica presieduta da don Bassiano Uggè(cappellano del monastero) a cui hanno partecipato anche dei secolari della Comunità di Concesa, alcuni parenti di Cesarina  e le nostre amate monache che hanno animato con i loro canti la liturgia. Una celebrazione raccolta e molto sentita in cui Cesarina, che don Bassiano ha definito “graziosa”, cioè piena della grazia di Dio, ha rinnovato i Voti tra la commozione dei presenti.

Erano anni che Cesarina mancava al Carmelo, (fisicamente, perché nel suo cuore non l’ha mai lasciato!) in quanto ricoverata presso la casa di riposo Madre Cabrini di Sant’ Angelo Lodigiano, condizione che vive con serenità e accettazione, nella preghiera, nell’unione intima con Gesù e con la Vergine Maria.

IMG 20180701 WA0018

 

Alla S.Messa è seguito un sobrio e gioioso momento di condivisione e di agape fraterna, in cui Cesarina ci ha emozionati con i suoi vivi ricordi, la sua fede luminosa e semplice e i suoi sorrisi. Una vita, la sua, spesa per gli altri e per la Chiesa, sempre abbandonata alla Volontà di Dio e alla Vergine Maria, il cui nome non manca di pronunciare con affetto in ogni discorso e occasione.

Cesarina vive lo spirito carmelitano in completezza, lo spogliamento di San Giovanni della Croce e la determinata determinazione di Santa Teresa, percorrendo la piccola via dell’umiltà di Santa Teresa di G.B. e  sempre in attesa di unirsi a Dio per l’eternità. E’ rimasta sorpresa e commossa per la festa, per i doni ricevuti, tra cui  una televisione, ma soprattutto per la nostra accoglienza, promettendo di pregare per tutti noi.

“Ma vi rendete conto di che tesoro è il Carmelo?, siate felici di essere qui!”, ci ha detto con la sua decisa naturalezza. Lei ha trovato la sua perla, e noi?

Grazie di cuore Cesarina, sei un meraviglioso esempio per tutti noi, ci hai ricordato che è nelle piccole cose la nostra gioia, nell’amore vicendevole la nostra forza, nella memoria del passato il nostro slancio verso il futuro, perché il Carmelo di domani lo stiamo costruendo noi oggi, insieme.

IMG 20180630 WA0040                                                                                   

                                                                                                        La Comunità di Lodi

ocdpeelbig

Accesso Utenti

Iscrizione newsletter